Comunicato Stampa

Il pirimario costruttore Spanner Re2 GmbH introduce sul mercato un nuovo cogeneratore a biomassa legnosa con 66 kWel e 123 kWth. L’impianto è altamente efficiente e produce corrente elettrica ed energia termica da cippato di legno.

 

Neufahrn i. NB. Più potenza, minor consumo di combustibile e una nuova, intelligente software: l’innovativo cogeneratore „HKA 70“ è il primo rappresentante della nuova generazione di cogeneratori della Re2.

Con un motore turbo da 6,3 l, un maggiore rendimento termico e un nuovo sistema di raffreddamento si è riusciti a sviluppare ulteriormente l’ormai già collaudata tecnologia in modo altamente efficiente. Sul nuovo impianto viene montato di serie un generatore sincrono, in questo modo la partenza dell’impianto avviene a mezzo del gas di legno e non più a corrente. Questo risparmia costi e garantisce una funzione sicura anche in presenza di reti poco stabili. L’innovativo sistema di regolazione della Re2 è responsabile per il completo funzionamento dell’impianto e ne ottimizza la stabilità. La struttura del menu è ridotta al essenziale, il che facilità l’uso.

“Il nostro motto è di produrre energia rinnovabili in modo competitivo“, così Thomas Bleul, Amministratore della Spanner Re2 GmbH. “Con il nuovo prodotto, la HKA 70, abbiamo potuto dimostrare tutta la nostra esperienza nel settore. Con un aumento dell’efficienza energetica di oltre 20 percento l’impianto è ora più competitivo e trasforma il combustibile regionale “legno” in modo ancora più efficiente in corrente elettrica ed energia termica.”

Di particolare interesse: l’impianto può essere azionato da cascame, debitamente lavorato. Attualmente il taglio del legno è elevato a causa della infestazione di parassiti o di danni provocati da tempeste e la richiesta di cippato sul mercato è abbastanza bassa - la HKA 70 può essere l’ideale soluzione e aiuta il conduttore a rendersi indipendente dal punto di vista energetico. Come fornitore di soluzioni complete nel campo della produzione energetica dal legno, la Re2 offre anche tutti i necessari componenti di sistema, necessari alla preparazione e lavorazione del legno.

In presenza di un buon concetto termico e un elevato autoconsumo della corrente elettrica, la HKA 70 può essere competitiva anche in caso di minore produzione. L’impianto non è ideale solo per aziende con un elevato fabbisogno energetico durante tutto l’anno come segherie, impianti di teleriscaldamento o strutture alberghiere, ma anche in caso di fabbisogno energetico variabile come p.e. nell’essiccazione per conto di terzi che prevedono di fare una produzione di 4.000 ore annue.

Grazie alla sua costruzione modulare il nuovo impianto è – come i suoi “più piccoli predecessori – facilmente ampliabile ed è possibile montare anche più impianti a cascata.