Regionale – sostenibile – neutrale CO2

brennstoff hackschnitzel 1200px

Combustibili, con i quali i nostri clienti possono raggiungere anche oltre 8.000 ore di funzionamento


Corrente elettrica ed energia termica dal LEGNO

Indipendentemente se residui forestali, residui dal taglio del legno oppure scarti dalla produzione di cassette di legno:

grazie alla nostra patentata tecnologia Legno-Energia è possibile produrre da quasi qualsiasi tipo di legno allo stato naturale corrente elettrica ed energia termica – e questo a forma di:

brennstoffe

Bricchetti                                    Cippato di legno allo stato                              Pellets
diametro 30 mm                     naturale secondo  DIN ISO 17225-1*            anche pellets industriali                                                                    

Cosa richiedono i nostri impianti legno-energia in punto combustibile?

  • Umidità residua < 13 %
  • Particolari fini (< 4 mm pezzatura) max. 30 %
  • Evitare contaminanti/impurità come p.e. metalli, sassi o terra **

Come fornitore di soluzioni complete basata sulla tecnologia della cogenerazione a base di legno offriamo inoltre vari componenti di sistema, perfettamente sintonizzati tra di loro. In questo modo riusciamo a sfruttare la risorsa locale legno quasi al 100%. Produrre energia elettrica ed energia termica indipendentemente da materie prime fossili e accedere inoltre ad ulteriori fonti di guadagno come p.e. grazie all’incentivo o all’essiccazione del legno per conto terzi.

I nostri cogeneratori non sono solo altamente efficienti, ma si distinguono anche per la loro elevata flessibilità per quanto concerne il combustibile. Di seguito riportiamo alcuni esempi per aumentare il valore aggiunto.


Il residuo diventa  risorsa 


waldrestholz

Residui lignei

Non tutto il legno, come p.e. dalla silvicoltura, è adatto per un uso come combustibile per i nostri impianti. Solo bruciarlo però è un vero peccato. Grazie ad un trattamento si può ricavare un portatore energetico di alta qualità, che può essere usato come combustibile per i nostri impianti Legno-Energia. In questo modo non produce solamente energia termica ma – secondo il principio della cogenerazione – anche corrente elettrica.

 

strasenbegleitgrun 

Raccolta di verde pubblico

Dal 2012 il Sig. Johann Huber è proprietario di una HKA 30. Come combustibile usa solamente cippato di legno proveniente gratuitamente dalla raccolta di verde pubblico, trattato per poter essere usato.


 

obstkisten

 

Bancali industriali, cassette di legno

E‘ possibile anche l’uso di scarti dalla lavorazione industriale del legno. Dal 2016 infatti un nostro cliente usa per la sua HKA 30 cippato di legno proveniente dalla lavorazione industriale del legno e dalla produzione di cassette di legna. Questo materiale gli viene messo a disposizione gratuitamente. Grazie ad un cippatore il legno viene tritato e prodotto cippato. Possibili materiali ferrosi vengono separati grazie ad una calamita.

 

 


Residui legnosi dalla lavorazione del legno

hofer

 
Il nostro cliente Georg Hofer produce da residui una risorsa redditizia. Dal 2009 è proprietario di una HKA 30, la quale viene alimentata con cippato di legno, prodotto da residui legnosi allo stato naturale che il Sig. Hofer ricava dalla sua azienda,  attiva nella lavorazione del legno. 


Corrente elettrica ed energia termica da trucioli, polvere di molatura o segatura

Non lasciate la legna inutilizzata. Vi offriamo la possibilità di bricchettare trucioli, polvere di molatura o segatura con la nostra bricchettatrice.  In questo modo riuscite a produrre un portatore di energia ad alto valore. I bricchetti sono lunghi ca. 20 mm, il diametro è di ca. 30 mm. 

Vantaggi dei bricchetti:

  • valorizzazione ottimizzata
  • combustibile economico, neutrale CO2
  • elevata densità energetica
  • uniformità del prodotto
  • stoccaggio semplice grazie alla pressatura compatta
  • poco ingombranti
  • movimentazione semplice

  


Cippato di legno allo stato naturale secondo DIN ISO 17225-1, Pezzatura:: P31S, quantità particolari fini: F10, contenuto d’acqua: M10, contenuto ceneri: A1.0
** Enciclopedia del combustibile :

  • Polveri/particolari fini
    Particolarmente nei particolari/polveri fini troviamo sostanze minerali, i quali contribuiscono alla formazione di scorie. Più elevata la quantità di particolari fini, maggiore è la quantità di polvere di carbonio asportata con la cenere.   
  • Quantità Corteccia
    Può portare alla formazione di scorie, ma può anche aumentare la potenza.


  • Contenuto acqua
    Il contenuto d’acqua è un fattore determinante per il raggiungimento della temperatura e di conseguenza del contenuto di catrame nel gas prodotto.
              

           Calcolo del contenuto d‘acqua in % = Peso del legno umido – peso del legno essiccato * 100 
                                                                                Peso del legno bagnato  

           Calcolo dell‘umidità in % = Peso del legno bagnato – Peso del legno essiccato * 100 
                                                                              Peso del legno essiccato

  • Tipi di legno
    Differenze del contenuto di resina o del contenuto di acido tannico possono influenzare la qualità del gas prodotto, oltre ai condensati prodotti e la loro influenza sulla tecnologia dei sistemi.

  • Qualità del legno
    Più fresco è il legno, maggiore sono le quantità di componenti volatili nel legno e possono essere trasformati in gas. Per questo motivo, legno vecchio può portare ad un aumento di consumo del combustibile, oltre ad un peggioramento della qualità del gas ed un aumento delle scorie. 
  • Materiali estranei
    Materiali estranei nel cippato, come metalli e chiodi, ma anche terra e sassi possono portare a disturbi nel funzionamento delle coclee, ma anche nel processo di gassificazione stesso. La formazione di scorie o l’usura da ruggine ne sono le particolari conseguenze.

            Salvo errori o variazioni